lunedì 15 ottobre 2012

Recensione: La curiosità uccide il gatto, di Blake B.

Cari lettori, oggi voglio parlarvi de La curiosità uccide il gatto, un romanzo d'esordio di genere paranormal romance/urban fantasy. Si tratta del primo romanzo di una serie tutta italiana. 
Vorrei ringraziare all'autrice che mi ha spedito il romanzo dandomi l'opportunità di leggerlo. 

Titolo: La curiosità uccide il gatto
Autore: Blake B.
Pagine: 202
Prezzo: 14,00 €
Altro: Saga Zora Von Malice #1

Trama: L'anagrafe per Zora Von Malice si ferma all'età di 27 anni. Si risveglia nella condizione di vampiro, in una villa abbandonata e decadente della collina torinese. Non ricorda nulla e comunque non le importa. Si tiene alla larga dagli umani, dai suoi simili, dalla vita. L'unico elemento di congiunzione tra le sue due esistenze è una chiave che porta al collo. Simbolo determinante del suo passato che si impone di ignorare con dedizione e costanza. Scavare implica soffrire e lei non ne vuole sapere. Tutti mentono, la chiave parla. Dominata dalla curiosità inizia un percorso di sangue e omicidi spietati, ignara del conflitto tra l'unico essere che la protegge e la creatura malvagia che sta progettando la sua morte. La stessa creatura che da anni scuote la città di Torino con violenti omicidi. Le vittime sono solo donne dai capelli rossi. Lo stesso colore di Zora.

RECENSIONE

Prendere in mano un romanzo che parla di vampiri è un grande rischio ormai. Come ben sappiamo, le librerie sono piene di romanzi che hanno come protagonisti i non morti e più libri di questo genere leggiamo più rischiamo di cadere nella banalità e nelle storie già viste e riviste.
Ammetto di aver cominciato a leggere La curiosità uccide il gatto con un certo scetticismo che, però, è stato smentito già dalle prime pagine. Il romanzi si è dimostrato essere molto interessante, coerente e ben strutturato.


La protagonista del romanzo è una giovane vampira di nome Zora Von Malice. Zora è stata trasformata e lasciata da sola in una villa abbandonata senza sapere le sue vere condizioni. Del suo passato non sa niente e non si cura di saperlo. Al collo porta una collana - una chiave - che sembra essere il suo unico collegamento con gli umani, ma la chiave viene volontariamente ignorata.
Zora è una vampira e in quanto tale è spietata. Uccide perché ha bisogno di nutrirsi. Non si cura delle vite umane. Non ha compassione. Il passato non vuole conoscerlo, ma a volte è il passato l'unica via per trovare la salvezza.
Intanto, la città di Torino è sconvolta da alcuni omicidi e le vittime sono tutte donne dai capelli rossi, lo stesso colore dei capelli della protagonista. La coincidenza non è casuale, Zora è la vittima prescelta dal misterioso omicida.
Mentre Zora vaga per le vie di Torino qualcuno la osserva da lontano: Crave, vampiro spietato dalle origini inglesi che, per inspiegabili motivi, si ritrova a proteggere Zora. Non è un caso che Crave si trovi a Torino e il suo fascino misterioso e antico rende il romanzo davvero interessante.
Nel corso della storia incontreremo altri vampiri come Rupert, ossessionato dalle ragazza dai capelli rossi, e Samuel, il vampiro pacifista che dovrà schierarsi dalla parte di uno dei suoi migliori amici. Ci sono poi gli umani come Matteo, giovane ragazzo che attira attenzione di Zora.
Nel frattempo Zora cercherà di scoprire cosa sia successo nella sua vita che sembra tanto lontana. 

Quella di Zora Von Malice è una storia sicuramente intrigante e curiosa, un po' come la protagonista. Come dice lo stesso titolo (La curiosità uccide il gatto è un detto inglese) in questo romanzo un elemento fondamentale è la curiosità. Nonostante, in un primo momento, la protagonista sia determinata ad ignorare la sua vita passata, alcuni avvenimenti strani e la curiosità la spingono a cercare le proprie origini.
Zora e Crave sono due vampiri particolari, entrambi seguono l'istinto ma sono comunque molto razionali. La chimica fra i due è inevitabile sin dai primi incontri, ed è chiaro che i due abbiamo qualcosa in comune. Scoprire cosa è la parte più bella.
Il romanzo è formato da tantissimi piccoli pezzi di puzzle che costituiscono la storia di Zora. Diversi personaggi vengono nominati e introdotti e ognuno di loro ha un ruolo fondamentale nella composizione del puzzle. L'autrice è riuscita a mescolare abilmente il presente con il passato (che si intrecciano e si completano a vicenda) rendendo l'insieme davvero coinvolgente ed affascinante.
I dialoghi non sono molto numerosi poiché si riserva molto spazio ai personaggi singoli e ai loro pensieri. Proprio per questo motivo siamo in grado di comprendere appieno gli stati d'animo dei vari personaggi e le varie azioni che caratterizzano ognuno di essi.
Alla storia generale ben riuscita si aggiunge lo stile buono e fluido dell'autrice. Certo, stiamo parlando di un'autrice esordiente che ha ancora molto da imparare ma la partenza è più che positiva. Parliamo di un libro scorrevole e piacevole che ci tiene incollati alle pagine. La fine del romanzo giunge forse troppo in fretta e si ha voglia  di proseguire con la storia di Zora per vedere se riuscirà a ritrovare la vita che le è stata tolta.
Mi è piaciuto molto il modo in cui l'autrice ha strutturato il romanzo e sono proprio curiosa di leggere i libri seguenti.
Blake B. è riuscita a dare un tocco di originalità al suo romanzo che possiamo classificare come urban fantasy/paranormal romance. Questo aspetto non è da sottovalutare poiché stiamo considerando generi letterari ormai stracolmi di vampiri che non fanno altro che copiarsi a vicenda.
Se i vampiri non vi hanno ancora stancato e volete leggere una storia piacevole e leggera che susciti emozioni allora La curiosità uccide il gatto fa per voi.
Intanto, buona lettura a tutti! Se leggete il libro tornate qui per raccontarmi cosa ne pensate.

2 commenti:

  1. A me i vampiri non hanno ancora stancato!!!sono una mia grande passione!!basta che non siano scopiazzati dei vampiri che brillano come diamanti di Twilight!!
    leggerò questo perchè sono molto curiosa!!!:)

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina