martedì 19 giugno 2012

Recensione: Un nido di terra per la donna cristallo, di Margaret Gaiottina

Miei cari, finalmente un altra recensione. Sì, a dire il vero avrei voluto e potuto pubblicarla (scriverla) prima ma rimandando sono rimasta molto in ritardo. Ma passiamo al romanzo. 
Vi parlo dell'ultimo romanzo di Margaret Gaiottina, "Un nido di terra per la donna cristallo", inviatomi gentilmente dalla casa editrice che ringrazio tanto. E ovviamente ringrazio Margaret per la sua disponibilità. A breve un post dell'intervista che l'autrice ci ha concesso. 

Titolo: Un nido di terra per la donna cristallo
Autore: Margaret Gaiottina
Editore: Mamma Editori
Collana: A cena col vampiro
Prezzo: 9,80 €
Pagine: 320

Trama: Dorinda "Icy" Martini ovvero Dorinda "la fredda" è una trentenne affabile come un ghiacciolo. Icy sarebbe più adatta all'esercito che a una holding del lusso. Ondeggia a disagio su sandali vertiginosi al ricevimento di Steve Crossbow. Il miliardario festeggia l'acquisto di una mitica coppa dell'immortalità. Solo "manie" del vecchio, secondo Icy. Ma forse sbaglia perché per appropriarsene un rapinatore gigantesco e sinuoso spunta dal nulla e fa fuori come niente tre guardie armate. Peccato che il rapinatore, spinto da un istinto misterioso, esiti ad eliminare Icy e ci rimetta la pelle. È l'uomo che nella vita le ha dimostrato maggior generosità e Icy decide di andare al suo funerale. È così che magnetici occhi color tabacco emergeranno dal buio e Icy si troverà a scavare tombe e a fare sedute spiritiche. "Io te lo ha detto Icy, questo è grande casino", borbotta Anita, la sua amica russa, spiritista punk. E ha ragione, Icy. Quegli occhi color tabacco potrebbero perfino farti scoprire che non sei poi così fredda.


RECENSIONE


La protagonista di questo romanzo è Dorinda Martini, una trentenne con un matrimonio fallito alle spalle. La sua vita prende una piega decisamente inaspettata una sera durante il ricevimento alla Crossbow Fashion, azienda dove lavora. Il suo capo ha organizzato una serata alquanto importante per esporre un oggetto molto antico: Mnemosyne, la coppa dell'Immortalità. 


La serata procede tranquilla finché uno sconosciuto tutto vestito di nero non decide di rovinare la festa rubando la coppa. Mentre cerca di scappare, il rapinatore si ritrova di fronte a Dorinda e uno dei poliziotti. Per Dorinda le cose si mettono male poiché il poliziotto la prende "in ostaggio" e si fa scudo con il suo corpo, convinto che il rapinatore non sparerà alla donna. 
Kuja (che in seguito scopriremo essere il nome dell'uomo vestito di nero) esita di fronte a quella scena tanto strana quanto scorretta e ci rimette la pelle. Il poliziotto non vuole rischiare e appena gli si presenta l'opportunità uccide il rapinatore.



Comincia così "Un nido di terra per la donna cristallo". Un inizio  piuttosto singolare, non c'è che dire, ma anche molto promettente. Non sarà solo l'inizio, però, ad essere promettente in quanto il romanzo parte con un buon ritmo che accompagna la storia fino alla fine.
Con un grande senso di colpa la protagonista torna a casa ma le immagini della festa non sono facili da cancellare. Un uomo è morto e lei non ha potuto fare niente per impedirlo. All'improvviso tutto sembra aver perso senso e la sottile linea di confine che separa giusto e sbagliato sembra essersi sfocata troppo. La vita di Dorinda comincia a cambiare e tutto accade dopo il funerale di Kuja.

Arriva, però, un memento in cui bisogna lasciarsi alle spalle il passato e Dorina vuole lasciarsi alle spalle la spiacevole serata. Tutto sembra andare per il verso giusto ma l'affascinante archeologo Anghelos Dimiatridis sembra essere lì per rompere l'equilibrio appena ritrovato.
Occhi color tabacco, quelli di Dimiatridis, sono troppo famigliari ma Icy non sa perché. Qualcosa la spinge verso quel uomo e allo stesso tempo le dice di stargli alla larga perché non porta niente di buono. Ma riuscirà Icy ad opporsi al fascino di Dimiatridis, anche quando saprà chi è lui veramente.
Il caro archeologo ha tanti segreti, però essere morti e resuscitati è sicuramente quello più interessante e inquietante. Deve stare alla larga da Icy perché anche volendo la loro storia non può esistere: proibito. Il proibito, tuttavia, piace e attira troppo. 


Amore e amicizia in un avventura senza confini. Per tutti Dorinda è Icy, la fredda. Ma il suo cuore non è di pietra, tanto meno di ghiaccio. Anche lei, come tutti d'altronde, ha bisogno di amore anche se la persona in grado di darle la felicità che desidera non è la più raccomandabili al mondo. E' un morto, voglio dire.
Un forte legame di amicizia, quello con Anita, amica straniera che adora le sedute spiritiche. Il suo italiano non sarà perfetto ma quando si tratta di morti e il loro mondo Anita è imbattibile. Un personaggio assolutamente bizzarro e interessante.

Per quanto riguarda l'italiano scorretto di Anita avrei una leggera critica. La lettura del romanzo rallenta notevolmente quando ci sono dialoghi con Anita, proprio a causa degli errori che commette. Questa cosa non pesa all'inizio del romanzo ma dopo un po' diventa leggermente fastidiosa.
Per il resto invece i dialoghi sono molto coerenti e non sono banali. Ironia è sempre presente e alleggerisce alcune parti che, in altri casi, potrebbero sembrare pesanti.
Margaret ha uno stile molto buono e interessante. Non so come siano scritti i suoi romanzi precedenti ma questo è scritto molto bene. Punto decisamente a favore. Qualche refuso (e questa volta non si parla di quelli di Anita) c'è, però si tratta di errori poco gravi che non disturbano la lettura.

La storia generale è ricca di elementi. Tanti eventi, principali e secondari, si intrecciano fra di loro e danno origine a una trama complessa e ricca. L'universo dei morti creato dall'autrice è ben strutturato ed aderente agli eventi.  

In sostanza, consiglio il romanzo a tutti quelli che vogliono una storia interessante e anche originale. Certo, elementi comuni con altri romanzi ci sono però il libro vanta di una certa originalità che ultimamente manca. Nonostante la fusione di diversi generi rimaniamo sempre nell'ambito del paranormal romace ben elaborato.
Quindi sì, leggetelo e fatemi sapere cosa ne pensate. Io l'ho trovato molto molto bello e sono curiosa di sapere anche i vostri pareri.

2 commenti:

  1. sembra davvero interessante...

    RispondiElimina
  2. Appena lo finisco ti faccio sapere!!!per ora mi piace moltooooo!!*__*

    RispondiElimina