mercoledì 7 marzo 2012

Segnalazioni: Un nido di terra per la donna cristallo di Margaret Gaiottina

Miei cari, questo post doveva essere pubblicato ieri ma siccome io sono spesso in ritardo (già, la puntualità non è il mio forte) ecco che il post lo pubblico oggi. Diciamo che in fine dei conti non cambia niente, anzi.
Volevo segnalarvi un romanzo uscito a febbraio per Mamma Editori, inserito nella collana A cena col vampiro, e si tratta del nuovo romanzo di  Margaret Gaiottina.
Annetti che è da tempo che voglio leggere i libri di questa collana e, ahimè, magari è la volta buona che ne compri uno. Tra l'altro la casa editrice ci va incontro con prezzi molto ragionevole ^_^


Titolo: Un nido di terra per la donna cristallo
Autore: Margaret Gaiottina
Editore: Mamma
Collana: A cena col vampiro
Prezzo: 9,80 €
Pagine: 320

Trama: Dorinda "Icy" Martini ovvero Dorinda "la fredda" è una trentenne affabile come un ghiacciolo. Icy sarebbe più adatta all'esercito che a una holding del lusso. Ondeggia a disagio su sandali vertiginosi al ricevimento di Steve Crossbow. Il miliardario festeggia l'acquisto di una mitica coppa dell'immortalità. Solo "manie" del vecchio, secondo Icy. Ma forse sbaglia perché per appropriarsene un rapinatore gigantesco e sinuoso spunta dal nulla e fa fuori come niente tre guardie armate. Peccato che il rapinatore, spinto da un istinto misterioso, esiti ad eliminare Icy e ci rimetta la pelle. È l'uomo che nella vita le ha dimostrato maggior generosità e Icy decide di andare al suo funerale. È così che magnetici occhi color tabacco emergeranno dal buio e Icy si troverà a scavare tombe e a fare sedute spiritiche. "Io te lo ha detto Icy, questo è grande casino", borbotta Anita, la sua amica russa, spiritista punk. E ha ragione, Icy. Quegli occhi color tabacco potrebbero perfino farti scoprire che non sei poi così fredda.


Qualcuno conosce questa autrice e i suoi romanzi? 

4 commenti:

  1. E' decisamente il migliore tra i tre libri scritti da questa autrice, si ride e si piange, ma più che altro ci si strugge per il protagonista maschile, bello e impossibile. Anzi, direi proprio "dannato".

    RispondiElimina
  2. sono d'accordissimo...quest'ultimo libro di Margaret ancor più dei primi due, è travolgente e accattivante!ma il personaggio che più mi piace è Icy, con le sue incertezze e la sua semplicità!con le tue parole e il tuo modo di scrivere, mi hai condotto in un'altra dimensione, e ho vissuto anch'io una storia d'amore quasi impossibile che diventa realtà!L'amore vince sempre!...grande Margaret!!

    RispondiElimina
  3. Sì conosco, anzi proprio per aver letto il Nido poi mi sono presa tutte le altre tre novità di questa CE. Io faccio un ragionamento, non so se sarete d'accordo: se prendi un giallo internazionale che non sia scritto da uno di questi 5 autori: Connelly, O’Connell, Crais, Gerritsen e Deaver hai il 50% di possibilità che sia illeggibile. Se prendi un libro italiano che si propone come di genere fantasy o giallo le probabilità che sia una schifezza salgono al 70%. Se prendi un fantasy straniero, la possibilità che sia una schifezza sono 90%. Ora nel caso di questi 4 libri, prima ancora di domandarci se siamo di fronte a capolavori, dobbiamo amettere, e non ci sono dubbi, che sono leggibili con soddisfazione!!! cioè rientrano in una porzione piccolissima del pubblicato da case editrici enormi nazionali e straniere!!!! In più aggiungo che in questo gruppo ristretto il Nido è proprio gudurioso.

    RispondiElimina
  4. Finito in un giorno. E' un libro stupendo!

    RispondiElimina