domenica 19 febbraio 2012

Anteprima: Ogni goccia di sangue di Michael Robotham

Buon giorno a tutti! Cosa leggete di bello questa domenica? Io vorrei di finire un libro, che bello però non è.
Intanto, parliamo di una nuova pubblicazione TimeCRIME, nuovo marchio editoriale dedicato al thriller. Non sono una grande fan del thriller, non perché non mi piace ma semplicemente perché finora non ho trovato (o meglio non ho letto) il libro che mi faccia innamorare di questo genere. Ad ogni modo, leggerò sicuramente uno dei nuovi titolo di TimeCRIME quindi saprò dirvi.
Ma torniamo all'anteprima di oggi. Il 23 febbraio uscirà oltre a "Omicidio allo specchio" uscirà anche il romanzo di Michael Robotham, "Ogni goccia si sangue", un nuovo libro che conferma il talento cristallino dell’autore, consacrandolo definitivamente come uno dei più autorevoli protagonisti della scena del crime internazionale. L'autore acclamato è pronto a conquistare anche il pubblico italiano. Chi ama i thriller non può lasciarsi sfuggire questo romanzo, lo consiglia anche Stephen King...

«Robotham è un impareggiabile maestro della suspence.» Stephen King


Autore: Michael Robotham
Titolo: Ogni goccia di sangue
Titolo originale: Bleed for Me
Editore: TimeCRIME
Pagine: 420
Prezzo: 7,70 €
Data di uscita: 23 febbraio 2012


Trama: Joseph O’Loughlin è uno psicologo criminale che collabora con la polizia di Bristol, un mestiere che riesce a gestire visto che “il signor Parkinson”, come lo chiama lui, non lo ha ancora costretto a ritirarsi. Ma a complicare ancora di più le cose ci si mettono la recente separazione dalla moglie e un rapporto difficile con la figlia più grande. Per Joe non è un gran momento, il lavoro, al quale si aggrappa con le poche forze rimaste, è la sua unica ancora di salvezza. Ma quanto tempo occorre perché una vita vada in pezzi? Una sera Sienna, la migliore amica della figlia di Joe, si presenta alla porta di casa O’Loughlin. La ragazza è coperta di sangue; non apre bocca, è pallida, rigida, una statua di sale. Poco dopo il cadavere del padre di Sienna, Ray Hegarty, viene ritrovato dalla polizia: giace a faccia in giù accanto al letto della figlia, la carotide recisa, una mazza da hockey accanto alla mano destra.
O’Loughlin comincia a investigare per proprio conto ma ogni passo lo conduce verso un ginepraio in cui si cospira perché regni il silenzio, la menzogna, perché certe verità fanno male, e allora è meglio insabbiare, corrompere, trovare un capro espiatorio che paghi per gli errori di tutti.

Michael Robotham è nato in Australia nel novembre 1960, prima di dedicarsi alla scrittura ha scritto per diversi giornali e riviste in Australia, Gran Bretagna e Stati Uniti. Come ghostwriter, ha collaborato alla stesura delle autobiografie di politici, pop star, psicologi e perstimonaggi dello spettacolo. Il suo primo thriller, The Suspect, è stato tradotto in ventidue lingue; il secondo, Lost, è stato insignito del premio Ned Kelly come miglior thriller del 2005. Fanucci Editore ha già pubblicato Il manipolatore (2010), anche questo vincitore del Ned Kelly Award come miglior thriller dell’anno. Vive con la moglie e le tre figlie in Australia, a nord di Sidney.

Nessun commento:

Posta un commento