giovedì 5 gennaio 2012

Un antico peccato di Giulia Marengo

Cari lettori, voglio parlarvi di un romanzo italiano uscito a settembre per la casa editrice Reverdito. SI tratta di "Un Antico peccato - Il risveglio del potere" di Giulia Marengo, il primo capitolo di una trilogia fantasy che, a quanto pare, mescola abilmente il mistero, gli intrighi, i colpi di scena e l'azione. 
A dire il vero ve ne volevo parlare prima perché avevo in mente di fare un rubrica dove presentavo libri italiani. Il problema però è che io non riesco a fare le cose puntualmente, quindi ogni tanto parlerà così di libri che mi sono parsi interessanti e che vorrei leggere.

Visto che sono molto curiosa, ho voluto ordinare il romano nella mia libreria non può ordinarlo. Ormai è un classico, io voglio un libro loro non posso ordinarlo perché il magazzino generale non lo ha (accidenti a loro).
Intanto andiamo a cedere di cosa parla questo romanzo...

Una donna dall'infinita brama di potere. Un giovane tormentato dai propri sbagli. Un ragazza che cela in sè un talento leggendario. Un uomo dal passato oscuro.

Potere, ambizione, lealtà, coraggio: un'alchimia di passioni per soggiogare... una magia a lungo dimenticata.


Autrice: Giulia Marengo
Titolo: Un antico peccato
Editore: Reverdito
Collana: Pegaso
Prezzo: 15.00 €
Pagine: 288
Pubblicazione: settembre 2011


Trama: Un tempo regolata dal Potere che i Precursori attingevano dai quattro elementi, la magia nella Galassia è stata quasi del tutto soppiantata dalla tecnologia. I Potenziali e i Portatori, gli unici in grado di manipolare il Potere, stanno ormai scomparendo… Ma qualcuno si sta muovendo nell’ombra: Verenith Aurennan, Custode del pianeta Micondar, bellissima quanto diabolica, ha deciso di giocare tutte le sue carte evocando Ka’Alarish, il grande potere chiamato anche l’“Antico Peccato”. Un atto folle e sconsiderato che può portare l’intera Galassia sull’orlo della rovina. Solo un Elementale può infatti riuscire a controllare Ka’Alarish. Verenith questo lo sa. Tessendo una subdola trama, segnerà il destino di una navetta carceraria che trasporta la giovane Jayce Reel: una ragazza nelle cui vene scorre, ancora sopito, il grande potere che consentirebbe di frenare l’”Antico Peccato”… Le vite di due donne fuori dal comune stanno per sfiorarsi, incontrarsi … e affrontarsi.


"Un lavoro accurato influenzato dai classici e dalla tragedia greca, una storia in cui convivono segreti ed eredità, dove gli stilemi del fantasy classico si uniscono alla creazione di personaggi credibili, contraddittori nelle loro scelte ed emozioni, insicuri e appassionati." Urban-Fantasy.it

"Tutt’altro che letale, anzi assolutamente vincente, è invece il connubio tra due generi letterari che contraddistingue l’opera. (...) È come se la mitologia fosse stata proiettata nel futuro generando una dimensione immaginifica nuova. L’effetto è strabiliante e, per certi versi, riecheggia le atmosfere rintracciabili nei libri di Terry Goodkind o in alcuni romanzi di Marion Zimmer Bradley." Strepitesti


Giulia Marengo è nata a Torino, ma cresciuta ad Alba, una piccola città dal retaggio romano. Studi classici, una Laurea in Scienze della Comunicazione e un Master di Comunicazione d’Impresa. Lavora presso la Banca d’Alba. Nel 2002 ha pubblicato il suo primo racconto, dal titolo “Per non ricordare“, nella silloge “Sbilauta. Voci e pruriti di buona e cattiva memoria“, edito da Priuli Verlucca. Mentre già lavorava alla stesura del romanzo che sarebbe diventato “Un Antico Peccato”, nel 2008 ha pubblicato il racconto “De pane mellito” all’interno della raccolta “Edithon”, promossa dall’Associazione Telethon (Penna d’Autore ed.)


Non ditemi che non siete curiosi? Io tantissimo....

3 commenti:

  1. Se proprio devo leggere un fantasy, data la vasta produzione di questo periodo, meglio dare fiducia ad una scrittice italiana.

    RispondiElimina
  2. Grazie!

    Il distributore è PDE, se lo dici alla tua libreria, te lo fanno arrivare :)

    RispondiElimina
  3. ;) @Giulia: Il problema è un altro. Loro hanno un magazzino a Milano e uno a Padova (se non sbaglio) e se lì non sono disponibili le copie allora nada. Mesi fa avevo ordinato uno, non è mai arrivato ^__^

    RispondiElimina