domenica 27 febbraio 2011

Recensione: La fiamma del destino di Mariachiara Cabrini + L'intervista

L'altro giorno vi avevo parlato del nuovo romanzo di Mariachiara Cabrini: La fiamma del destino. Oggi invece, ecco a voi la mia recensione e l'intervista con l'autrice, che è stata gentilissima...

Autore: Mariachiara Cabrini
Dati: Libro a copertina morbida, 188 pagine
Editore: Lulu.com

Trama: Anna, una ragazza come tante, viene catapultata in un’altra dimensione, dove la magia esiste ed è cosa di tutti i giorni. E’ il destino che l’ha portata lì, e gli abitanti di quel luogo aspettavano il suo arrivo da secoli. Lei dovrebbe salvare il loro mondo. Questa enorme responsabilità, che dovrebbe schiacciare Anna, la aiuta invece a dare uno scopo a questa svolta nella sua vita. Ha perso tutto ciò che le era caro, ma almeno tutto ciò che ha sofferto aveva un fine, o almeno così crede. Scoprirà invece che lei ha sì un ruolo nel futuro di quel pianeta, ma non un ruolo attivo…..

Non sarà lei a salvare quella gente, lei sarà solo un mezzo per fare agire qualcun altro. Non è lei l’eroe, ma solo l’arma. Ciò fa crollare le nuove fondamenta che si era costruita.La Fiamma del destino non è la storia di un eroina che compie il suo destino con coraggio e volontà, è la storia di una ragazza che deve arrendersi ad un destino amaro, e che solo accettando di lasciarsi andare in balia di eventi più grandi di lei e accettando di rinunciare ad ogni decisione riguardo a se stessa, potrà salvare un intero popolo. A volte non ci si può imporre sul caso o sul destino, non resta che arrendersi, e forse, la resa, ci porterà un’insperata vittoria.Un fantasy atipico per dei lettori atipici e speciali come voi siete. 


Recensione: Se vi chiedere se il libro mi è piaciuto vi dico di sì.
Partiamo dalla storia. La trama è molto interessante e promette bene. Il libro comincia con Anna che va all'università, viene abbandonata (apparentemente) dalla amica Sara e si ritrova a fare il tragitto in treno da sola. Durante il tragitto succede qualcosa di molto strano; Anna viene catapultata in una dimensione alquanto diversa dalla nostra. Si ritrova in un prato enorme, disorientata e sola. La prima persona che vede è un uomo che sembra quasi un cavaliere medievale. Il nome dell'uomo è Saiel e ha il compito di portare Anna dal suo signore, Acaon. Anche se disorientata e spaventata Anna decide si seguire Saiel, dopotutto non ne rimane altra scelta.
Acaon vive in un grande castello dove a quanto sembra tutti attendono con ansia il ritorno di Saiel. Ad Anna viene spiegato che molti anni fa era stata predetta una profezia. Un giorno in un determinato luogo sarebbe comparsa una fiamma. Questa fiamma avrebbe cambiato il destino del mondo.
Anna inoltre nota che in quel luogo tutte le persone hanno i capelli rossi, proprio come lei.
Anna viene associata alla Fiamma che il popolo aspettava da ormai troppo tempo. Bisogna però scoprire se Anna lo è veramente o no.

Anna deve sopportare il dolore della perdita di suoi genitori, amici e persone alle quali voleva bene. Non ha nessuno, è sola, abbandonata da tutti. Deve imparare a convivere in questo mondo strano; loro hanno uno stile di vita completamente diverso dal nostro.
In tutta questa confusione imparerà molte cose e comincerà a conoscere meglio le persone. La persona che le sta più accanto e Saiel; Anna è tenuta sotto controllo ventiquattro ore su ventiquattro ed è proprio Saiel a farle da guardia.
Alti personaggi importanti sono Wes, il mago, e Altair, il figlio primogenito di Acaon.
Tra questi tre personaggi, due cercheranno di fare corte ad Anna ma sarà il terzo a conquistare il suo cuore.

Tra i personaggi femminili abbiamo Ailinn, la sorella di Saiel. Ailinn è una persona frizzante, allegra e chiacchierona; a differenza dal fratello che non parla mai e per strappargli un piccolo sorriso bisogna darsi molto da fare.
Verso la fine del libro compaiono Aisha e Sara ( Sara quell'amica che sembrava lontana anni luce invece era lì vicino, da parte sbagliata però). Non dico troppo su questi due personaggi perché rivelerei troppo della storia, dico solo che se una vi starà simpatica l'altra di certo no.

Tornando un po ad Anna. Anna è un personaggio veramente particolare, dice quello che pensa, indipendentemente se lo dice a un amico o al signore di un popolo.
Anna ama la musica e raccontare storie. La musica accompagna la ragazza durante tutto il libro e hanno un importanza particolare per lei.
Musica, storie, antiche profezie, magia e amore sono gli elementi di questa storia. Elementi che l'autrice è riuscita a mischiare abilmente per creare un romanzo intrigante.

Il voto che do al romanzo 4- . Come ho detto su la trama promette molto bene e la storia si mantiene a un libello costante durante tutto il libro. Da cosa e dato quel - . Allora spesso, ad esempio anche all'inizio, la storia tende ad andare troppo velocemente. Penso che alcuni tratti andavano un po' rallentati e approfonditi maggiormente.

Consigliato: Assolutamente su. La fiamma del destino è un romanzo piacevole, ironico, triste e dolce. Ho amato la protagonista per la sua forza, determinazione e testardaggine (essendo anche io molto testarda a volte). Sono riuscita ad entrare nella storia e a immedesimarmi nei personaggi.
Non è il libro perfetto (che se non so se lo troverò mai, io ho sempre qualcosa da ridire), però è una lettura piacevole. Non ne rimarrete delusi.

L'autrice: Mariachiara Cabrini ha 28 anni, vive a Mantova e lavora in un ente locale. I libri sono la sua passione e sotto il nickname di WEIRDE cura un blog dedicato a loro, con particolare attenzione al genere urban fantasy:

Ed ora facciamo due chiacchiere con Mariachiare, che è stata molto gentile e disponibile....

Ciao Mariachiara, benvenuta a Angel's book. Grazie per avermi concesso questa intervista. Cominciamo con una domanda semplice: Chi è veramente Mariachiara Cabrini?
 Una ragazza di 28 anni con i capelli rossi che lavora in un piccolo comune come impiegata ed è laureata in Storia dell'arte. Amo leggere e scrivere ed il mio blog mi aiuta ad esprimere al meglio queste mie passioni, senza il blog probabilmente nessuno dei miei romanzi avrebbe mai visto la fine o la pubblicazione.

Il tuo blog, L'arte dello scrivere... forse, è molto famoso e seguito in Italia. Ti occupi soprattutto del genere urban fantasy. Perché proprio urban fantasy? Perché questo genere ti attira particolarmente?
Parlo di ogni genere di libri, di ciò che leggo, ciò che mi incuriosisce, mi piace non seguire le mode, giuro. Anche se ora l'urban fantasy è in voga io ne parlavo prima che lo fosse. E' un genere ibrido un pò horror un pò fantasy, un pò romanzo contemporaneo....io amo i generi difficili da collocare e misti. E adoro il fantasy in tutte le sue forme. Credo che la fantasia più sfrenata renda meglio in letteratura che non al cinema. Scrivere di cose irreali permette al lettore di aprire la mente e riguggire la realtà. Anche se mi piacciono in modo particolare gli urban fantasy dove realrà e fantasia si intrecciano, ma con un certo realismo e verosimiglianza col mondo reale. Rendere plausibile l'impossibile è difficile ma rende più afascinante u libro.Ad introdurmi all'urban fantasy è stato il telefilm Buffy, che amavo molto.

Pensi che i generi come urban fantasy e paranormal romance siano sottovalutati in Italia (compresi ovviamente i vari sottogeneri)? Perché?
Sono condiderati a tutt'oggi un genere da adolescenti da parecchia gente, mentre come ogni genere contine autori di ogni livello, compreso il livello più alto. Ma in fondo sono ibridi del fantasy, perciò non avranno mai una vera dignità qui da noi, rimarranno legati agli scaffali del genere fantasyico per sempre. Intanto mi godo però quest'attimo di fama del genere che permette a molti autori validi di arrivare in italia e spero che arrivi anche in massa un altro genere che io amo molto la fantascienza mista al fantasy ed al romance.

Cosa rappresenta per te scrivere?
Nonostante io sia una persona piuttosto realistica ho una gran fantasia e in testa mi frullano sempre tante storie, tante trame interessanti. E vorrei riuscire a raccontarle agli altri attraverso la scrittura.

Passando al tuo romanzo La fiamma del destino. CI parli della storia e dai personaggi?
La storia è semplice, ho preso spunto da un tema fantasy super classico, visto in tanti libri e tanti anime giapponesi: una ragazza viene catapultata in un altro mondo, un altra dimensione molto diversa dalla nostra, dove la magia esiste, e cdeve cercare di sopravvivere. Ha perso tutto del suo passato ma è viva e deve vivere in quello strano mondo a lei alieno. In più sembra che la genta del posto creda che la sua venuta fosse stata annunciata in una profezia e che lei debba avere un ruolo nel salvare quel mondo. Un peso enorme cade sulle spalle della ragazza, ma è quel peso a donarle la volontà di vivere lì, di adattarsi a quell'ambiente. Ma poi ho voluto discostarmi dalla trama classica, non volevo il solito fantasy dove l'eroe o eroina opi cresce, impara, e salva quel mondo. No. Lei e resta normale, più o meno, è no è lei che dovrà salvare quel mondo, non sarà l'eroe, ma solo un mezzo, un oggetto da essere usato.....

Con quale personaggio della storia ti identifichi maggiormente? 
Forse Anna, l'ho voluta creare tosta, fragile, con molte sfaccettature, molti, leggendo il libro, mi hanno rimproverato il fatto che nella seconda parte del libro lei cambi in peggio, ma in realtà io trovo si comporti in modo umano molto verosimile. E' stata strappata al suo mondo, e all'inizio soffriva tantissimo per questo, poi ha iniziato a riprendersi a riassumere il controllo della sua vita, credendo di essere finita lì per un motivo, per agire a favore di quel mondo per fare qualcosa....e questo lo accetta ed è pronta a fare ciò che deve, vuole farlo...poi scopre che non dovrà fare nulla se non lasciare che altri la usino come e quando vogliono....e ciò non riesce ad accettarlo dopo che aveva ricostrioto una parvenza di senso alla sua vita proprio sulla base che lei avrebbe agito. Io trovo normale che qui lei, perdendo le sue certezze cambi e torni a lamentarsi del suo destino. Il suo corpo, se stessa è tutto ciò che le resta del suo passato infondo e non vuole perdere anche quello.

Quando è nata la storia per questo romanzo?
Oddio, tanti anni fa, credo addirittura alla scuola superiore, almeno il prologo. Quindi circa dieci anni fa. L'iniziai insieme ad Imprinting, anzi prima, infatti l'Anna protagonista dei due romanzi in origine era lo stesso personaggio. Iniziai La fiamma, il prologo e pochi capitoli e mi impastanai, non sapevo bene come proseguire, trovavo la trama troppo per le mie esigue capacità di scrittrice, perciò tenni il personaggio di Anna e lo spostai in una trama non fantasy e molto più semplice e nacque Imprinting love.

La storia è ambientata in una dimensione molto diversa dalla nostra. Per creare questo “mondo” da dove hai preso spunto? Come mai?
L'idea della ragazza catapultata in un altra dimensione l'avrò vista in akmeno sei cartoni animati diversi credo e poi uno dei miei libri fantasy Preferiti, Lo specchio dei sogni, di R. Donaldson, contiene sempre questo spunto di partenza, poi però svuluppato in modo totalmente diverso. Il fatto di basare la magia del mondo aliena sui cinque elementi l'ho presa invece dal film di Luc Besson Il quinto elemento.

La fiamma del destino è il primo di una trilogia e il finale è molto aperto. Stai già lavorando al seguito? La storia riprenderà esattamente dalla fine de La fiamma del destino? Qualche piccola (proprio piccolissima) anticipazione?
La trilogia si intitola Trilogia delle Divinità. Perchè nella mia idea generale, i tre libri dovranno toccare il ruolo che le divinità dovrebbero avere al cenrto di una società e puntare l'attenzione sull'importanza e sul ruolo del libero arbitrio. Non posso dire di più per non rivelare troppo della trama del primo libro, ma chi l'ha letto capirà certamente cosa intendo, poichè già nel primo libro introduco questo argomento, che poi si amplierà sempre di più nel secondo libro della trilogia, che ha già un titolo, Il vento del cambiamento e ancora maggiormente nel terzo che per ora ha solo il titolo provvisorio di Il fiume della vita, che però potrebbe ancora cambiare.
 Il primo libro della trilogia aveva al centro Anna. Il secondo invece parlerà molto della sorella del capoclan dell'aria invaghita di Altair, e quindi loro due saranno al centro delle vicende. Il libro però riprende esattamente da dove la fiamma si era interrotto e anche Anna avrà ancora un ruolo centrale negli eventi. Il terzo libro invece verterà su Sara, l'amica di Anna.

Quali sono gli autori che ti hanno influenzata particolarmente?
Tutti i libri che ho letto mi hanno influenzata, ma amo in modo particolare Loic MacMaster Bujold e M. M. Kaye. Pur non riuscendo per niente a scrivere come loro.

Ho una domanda che mi ronza in testa da tempo. Nel tuo primo romanzo, Imprinting Love, la protagonista si chiama Anna; La fiamma del destino ha come protagonista la ragazza di nome Anna. Come mai la scelta di questo nome? Qualche curiosità particolare riguardo il nome Anna? 
Come ho detto prima in origine erano lo stesso personaggio, poi ho lasciato ad entrambe lo stesso nome anche se i personaggi durante la scritttura dei due libri si sono molto diversificati. Io amo i nomi corti non volevo una protagonista con un nome troppo imprtante o strano e ho sempre amato il nome anna fin da quando guardava il cartone di anna dai capelli rossi.

Durante il corso della storia le canzoni hanno un'importanza notevole. Che importanza, invece, hanno le canzoni per te? Che importanza dai tu alle canzoni?
Io ho sempre la radio accesa, non esiste il silenzio in casa mia, Mai. E se trovo le canzoni giuste scrivo molto meglio. La musica fa da sottofondo ad ogni momento della mia vita. E' importantissima.

Come ultima domanda: Hai dei consigli per i giovani aspiranti scrittori?
Anche io sono ancora solo un'aspirante e posso solo dire loro di non vergognarsi per il fatto di voler scrivere, di non credere a tutte le persone che diranno loro che tutti oggigiorno vogliono scrivere e vogliono essere pubblicati, ed è meglio pensino ad alrto, perchè io credo invece sia una gran cosa. Ci lamentiamo che la gente legga poco e poi scoraggiamo chi vuole pubblicare un libro? Non è una contraddizione? Se vogliono scrivere che scrivano, se vogliono essere pubblicati che tentino di esserlo, e se vogliono autopubblicarsi che lo facciano. E' giusto che riescano ad esprimere ciò che vogliono esprimere. E' un bel desiderio il loro, non si ubriacano fino a stordirsi, non si fanno di coca, non rubano, vogliono solo scrivere e vanno incoraggiati e tanto, e applauditi per questo loro desiderio, a mio avviso. Forse i loro libri non verranno letti da tante persone, forse non saranno venduti in Tutta Italia o in tutto il mondo, intanto hanno scritto e hanno espresso loro stessi. Perciò io dico loro non mollate..


Grazie mille per essere stata con noi, e' stato un vero piacere. Tanti auguri per le prossime pubblicazioni, che spero diventino tante.
Per quanto mi riguarda ho apprezzato molto il tuo romanzo e spero di poter leggere il seguito il primo possibile. Ti ringrazio un altra volta per avermi inviato La fiamma del destino (e anche Imprinting love, che cercherò di leggere) e sopratutto complimenti per l'ottimo lavoro che stai facendo.


  

venerdì 25 febbraio 2011

Speciale Melissa Marr

Come saprete io sono una grande fan di Melissa Marr. Ho amato il primo, e soprattutto il secondo, libro di questa meravigliosa saga. Il terzo mi aveva deluso un po' ma pazienza.
Oggi, in quanto il giorno dell'uscita del quarto ovvero Radiant Shadows, ho deciso di fare questo speciale per farvi conoscere meglio i personaggi della storia.

AutriceMelissa Marr, nata nel 1972, vive con il marito e i due figli vicino la città di Washington DC. Prima di dedicarsi completamente alla scrittura ha insegnato gender studies e ha tenuto corsi sul folklore e sulla tradizione del Piccolo Popolo. Dopo il suo romanzo d'esordio Wicked Lovely, Fazi Editore ha pubblicato Ink Exchange Fragile Eternity (2009).

Aislinn: il nome della protagonista viene dal gaelico Ash-ling o Ais.linge, significa sogno o visione; anche il suo soprannome, Ash, è collegato alla mitologia celtica, poiché il frassino di montagna, ovvero mauntain ash (o rowan) era sacro ai celti in quanto capace di proteggere dai spiriti maligni.
Possiede la seconda vista, ovvero la capacità di vedere le fare ereditata dalla madre e dalla nonna, da quando è nata e con l'aiuto della nonna Elena ha imparato a proteggersi dagli esseri fatati. Le tre regole fondamentali della nonna erano:
#3. non guardare gli esseri fatati
#2. non parlare mai con gli esseri fatati
#1 non attirare mai la loro attenzione (era la regola più importante)
Sua madre, Moira, fu scelta da Keenan (re dell'Estate) come possibile regina d'Estate, ma Keenan la lascio quando scoprì che era incinta. Moira piuttosto di diventare la Ragazza d'estate preferì morire. Aislinn non ha mai conosciuto nemmeno il padre, morto molto giovane. Melissa Marr conferma che il padre di Ash era un mortale e non un essere fatato.
Aislinn frequenta la scuola cattolica, la Bishop OC, e le sue migliori amiche sono Rianne, Carla e Leslie, quest'ultima è la protagonista del secondo libro.
Si sente “diversa” e fa fatica a fidarsi della gente, intatti sceglie con cura gli amici. Lealtà, affidabilità, onestà e la capacità di comprendere ciò che e giusto e ciò che e sbagliato, sono i fattori migliori per descriverla e sono anche le cose che lei stessa cerca nelle persone che la circondano.
Ama l'inglese, yogurt, tè, giocare a biliardo, l'arte e la fotografia.

Keenan: Il nome deriva da Keen an ovvero “antico”
“Era un sorriso di una bellezza devastante. I capelli che gli sfioravano le spalle scintillavano come fili di rame. Abbronzato, troppo bello per essere vero. Come camminava si capiva che sapeva benissimo quanto era affascinante. Sembrava il padrone del mondo (…) era di statura media, più alto di lei [Aslinn] di una ventina di centimetri.”
Ha gli occhi di un verde quasi innaturale.
Nonostante sia maledetto, o forse proprio per questo, è molto concentrato a mantenere un atteggiamento esteriormente ottimista. Keenan è una persona solare, anche se quando si verifica qualcosa di triste e da farlo arrabbiare, si porta dietro queste emozioni.
Per molto versi Keenan è un romantico. La ricerca della Regina d'estate e diventata per lui la ricerca del vero amore, una parte mancante di lui, quella parte in grado di aiutarlo a sconfiggere la Regina d'Inverno, Beira. Nel corso dei secoli, Keenan è arrivato a credere che la Regina d'Estate non solo sarebbe stata la parte mancante per completare la magia (infatti per sconfiggere la regina d'Inverno, Keenan ha bisogno della sia regina), ma sarebbe diventate “la vera” regina in tutti i sensi: sua moglie, consorte, alleata e partner.
Anche se sembra attratto molto da tutte le ragazze che sceglie, il legame con Donia e molto forte. Keenan prova forti sentimenti per Donia anche se fa fatica ad ammetterlo, soprattutto perché lei non era stata la prescelta per diventare la regina d'Estate.
Nove secoli fa, la regina d'Inverno (nonché la madre di Keenan), uccise il re dell'Estate. Dopo la nascita di Kennan, Beira e Irial (il re della corte del buio) fecero un incantesimo. Il compito di Keenan è quello di trovare la regina d'Estate e solo dopo averla trovata sarà in grado di risvegliare l'estate ne mondo fatato.

Seth: Il suo nome significa prescelto e ha origini bibliche: Seth era il terzo figlio di Adamo ed Eva (Gen 4,25). Un'etimologia alternativa è quella che fa risalire il nome al greco “bagliore”.
Seth ha capelli neri che “cadono sul suo volto quando si sposta” e zigomi alti e pronunciati. Favorisce i piercing e tatuaggi, ha piercing al sopracciglio e uno sul labbro inferiore. E' più alto di Aislinn. E' magro con i muscoli ben definiti.
Seth è una persona estremamente calma, infatti Aislinn lo definisce come la personificazione della calma stessa.
Anche se ha avuto un grande numero di ragazze, Seth non si definisce un rubacuori. E' una persona molto aperta e spesso sfida le regole.
Ama l'arte e ha in programma di frequentare una scuola d'arte, un giorno; la lettura e la ricerca.
Fu lasciato dai genitori dopo il diploma della scuola superiore. I genitori si dedicarono al lavoro missionario lasciando a Seth tutto quello che avevano.

Donia: il nome della Ragazza dell'Inverno viene dal gaelico Don ya, ovvero amara o scura.
Ha lunghi capelli bianchi. Le sue labbra sono blu-ghiaccio a causa del gelo di Beira. Gli occhi, invece, luccicano a macchia d'olio, sembrano strani riflessi si colore in una pozzanghera nera.
E la ragazza dell'Inverno. Molti anni fa si innamorò di Keenan e lui credette che Donia potesse essere la prescelta per diventare la regina d'Inverno. Per verificare se una ragazza e o no la prescelta è necessario che prenda lo scettro di Beira. Donia sapeva il rischio che correva se non fosse stata la prescelta: il gelo d'inverno l'avrebbe avvolta per sempre. Nonostante tutto accetto di prendere lo scettro di Beira, ma non essendo la prescelta, diventò la Ragazza d'Inverno.
L'unica cosa che non cambiò da quel momento fu l'amore che provava per Keenan.
Il dolore emotico di perdere Keenan, il dolore fisico portato dal freddo e il profondo senso di tradimento da parte dell'intero popolo fatato, fa si che decida di vivere da sola isolata da tutto. Infatti vive in un cottage sul bordo di Huntsdale (la città dove è ambientata la storia) con Sasha, il suo lupo come animale domestico.

Berira: il nome si rifà almito della Cailleach Bheur, personificazione celtica dell'inverno.
I suoi occhi sono pieni di neve e le sue labbra brillano con il gelo. Il freddo la circonda e lei, a differenza di Donia, è in grado di controllarlo a suo piacimento. Melissa Marr la descrive come una persona bella e un po' pazza.
Il suo dolce atteggiamento “materno” inganna tutto. Beira in realtà è brutale e viziosa. Lei sembra godere nel vedere distruggere le cose. Fa deliberatamente male anche alle persone più vicine a se.
Non vuole che Keenan trovi la Regina d'Estate perché il suo regno andrebbe a pezzi.

Leslie: il suo nome significa gioia.
Ha una frangia lunga che le ricade sugli occhi. I capelli sono color legno marrone non abbastanza lunghi per essere legati.
E' di altezza media e ha una figura bella e accurata. Lavora come cameriera al Verlene.
Vive con il padre, ubriaco per la maggior parte di tempo, e il fratello Ron.
Il padre e il fratello escono si scena verso la seconda metà di Ink Exchange; Melissa mon ci dice che fine fanno ma c'è lo fa intuire. I due non vengono più nominati dopo “l'intervento” di Irial



Niall: dal gaelico Nyle-ale o Neil ovvero campione oppure appassionato o veemente
E' il membro della corte d'Estate ed è uno dei più stretti consiglieri di Keenan (questo nel primo libro, nel secondo le cose cambiano molto).
Ha capelli color marrone e una lunga cicatrice sulla guancia.
“Aveva un viso bello come quello di Keenan ma in modo diverso, più intenso. Una lunga cicatrice che gli attraversava una guancia dalla tempia a un angolo della boca, ma lui non la nascondeva, né permetteva ai propri capelli, cortissimi, di sottrarre nulla alla bellezza di quella linea frastagliata. E il suo corpo... uno schianto. (…) si muoveva come se praticasse un'antichissima arte marziale ormai dimenticata.. (…) era sensuale con un'aria di dolcezza che Keenan non possedeva affatto.”
A Niall viene dato l'incarico di sorvegliare Leslie e fare in modo che non le succedesse niente. Niall, però, deve rimanere fuori dalla vita di Leslie; lei non deve accorgersi di niente e soprattutto non deve esserci nessun legame tra i due. Niall non segue le regole, infatti in una parte dice a Leslie che lui non è uno che segue le regole.

Irial: il nome deriva dal gaelico Ear ee al, ha origini e significato oscuri.
Irial è il re della Corte Oscura o la Corte del Buio.
Viene descritto come un personaggio molto bello, capelli tagliati corti, occhi blu-neri e lineamenti perfetti.
Molti anni fa si alleo con Beira e con la sua corte. Compare nel primo libro anche se per poco e diventa il personaggio principale del secondo romanzo.
Niall, Irial e Leslie costituiscono il triangolo amoroso e Ink Exchange ruota intorno alle loro vite e i loro intrighi.

Lasair: La regina dell'alta corte, il suo nome significa fiammante, radiosa.
Viene nominata nel corso del primo e il secondo libro ma la vediamo effettivamente in Fragile Eternity.
L'Alta Corte è qualcosa di “estremo”, Keenan, infatti, dice che i membri dell'Alta Corte non vivono tra i mortali.
Lasair è tra i personaggi principali del terzo libro. Seth raggiunge l'Alta Corte perché vuole diventare un essere fatato.
Verso Seth Lasair ha un atteggiamento quasi materno.
E' la sorella di Devlin e Bannanah.

Leslie si fa un tatuaggio, Melissa Marr aveva in mente un tatuaggio particolare ed eccolo: 

Vi ricordo che Melissa Marr sarà in Italia il 28 marzo dalle 18:00 nella libreria Feltrinelli, Piazza Ravegnana, 1 a Bologna!!!! 


La saga al completo, compreso Darkest Mercy (inedito in Italia) e i tre racconti collegati alla saga (anche essi inediti in Italia)






martedì 22 febbraio 2011

La fiamma del destino di Mariachiara Cabrini

Oggi voglio parlarvi del nuovo romanzo di Mariachiara Cabrini. Mariachiara (o meglio conosciuta come Weirde per il suo blog L'arte dello scrivere... forse) ha pubblicato nel 2010 il suo primo romanzo, intitolato Imprinting love
Io però voglio parlare di un altro libro: La fiamma del destino. 
La fiamma del destino è un fantasy molto interessante. Ringrazio Mariachiara per avermelo inviato in e-book. Tra qualche giorno la recensione! Per ora vi dico che è un romanzo veramente bello!

Conosciamo meglio la storia:

Autore: Mariachiara Cabrini
Dati: Libro a copertina morbida, 188 pagine
Editore: Lulu.com

Trama: Anna, una ragazza come tante, viene catapultata in un’altra dimensione, dove la magia esiste ed è cosa di tutti i giorni. E’ il destino che l’ha portata lì, e gli abitanti di quel luogo aspettavano il suo arrivo da secoli. Lei dovrebbe salvare il loro mondo. Questa enorme responsabilità, che dovrebbe schiacciare Anna, la aiuta invece a dare uno scopo a questa svolta nella sua vita. Ha perso tutto ciò che le era caro, ma almeno tutto ciò che ha sofferto aveva un fine, o almeno così crede. Scoprirà invece che lei ha sì un ruolo nel futuro di quel pianeta, ma non un ruolo attivo…..

Non sarà lei a salvare quella gente, lei sarà solo un mezzo per fare agire qualcun altro. Non è lei l’eroe, ma solo l’arma. Ciò fa crollare le nuove fondamenta che si era costruita.La Fiamma del destino non è la storia di un eroina che compie il suo destino con coraggio e volontà, è la storia di una ragazza che deve arrendersi ad un destino amaro, e che solo accettando di lasciarsi andare in balia di eventi più grandi di lei e accettando di rinunciare ad ogni decisione riguardo a se stessa, potrà salvare un intero popolo. A volte non ci si può imporre sul caso o sul destino, non resta che arrendersi, e forse, la resa, ci porterà un’insperata vittoria.Un fantasy atipico per dei lettori atipici e speciali come voi siete. 

Un romanzo fantasy atipico
Un libro da scoprire
Il primo volume di una trilogia appassionante

mercoledì 16 febbraio 2011

17 febbraio tutti nelle librerie! Parte 2

La seconda parte dei libri in uscita il 17 febbraio!


Titolo: La principessa delle tempeste 
Autore: Nicole Peeler
Editore: Newton Compton
Prezzo: 6.90€

Trama
Jane True ha 26 anni e vive a Rockabill, nel Maine. Ha sempre amato l’acqua, fin da bambina, e spesso, dopo il lavoro in libreria, si tuffa nell’oceano e nuota nel buio. Fino a quando una notte, tra le gelide onde dell’oceano, si imbatte in un cadavere. Quando lei e il suo nuovo strano amico Ryu, mandato a Rockabill per risolvere il caso, cominciano a indagare, si trovano improvvisamente catapultati in un universo misterioso e sconosciuto. Sarà l’inizio di un viaggio agli albori del tempo, in un mondo dove i vampiri e i “mezzuomini” convivono con altre creature soprannaturali, a volte splendide e a volte terrificanti. Jane e Ryu si innamoreranno l’uno dell’altra, ma lei scoprirà presto la verità sulla propria origine… Qualcuno vuole sterminare un intero mondo, ed è compito suo salvare se stessa e ciò che resta della sua antica stirpe.





Titolo: Come una principessa
Autore: Lorena Spampinato
Editore: Fanucci

Trama: Alcune storie riescono a intrecciarsi alla nascita disegnando un percorso unico che le rende complementari. È il caso di Sofia e Luca che si incontrano e non si abbandonano più. Lei vive in un mondo di violenza e sopraffazione accanto a un orco dalle mani grandi che le fa da padre. La donna che le ha dato la vita non è abbastanza forte per proteggerla, e Sofia deve riuscirci da sola. Deve cambiare la sua storia come fa con i colori dei suoi quadri, passando dalle foglie ingiallite ai boccioli appena nati. Luca custodisce il segreto di un amore dai tratti drammatici che si scontra con la realtà brutale della malattia della madre. Ma da una frase che lei gli ripeteva da bambino, troverà il coraggio di cambiare gli eventi seguendo le indicazioni di un vecchio diario di sogni e memorie. Sbattuti in una vita che non riserva loro nessun sorriso, trovano il modo di evadere dalla realtà in cui abitano. Il mondo contorto di violenza e dolore che conoscono li insegue fino alla fine, senza dare loro il tempo di prendere il respiro per un ultimo pensiero. Per un’ultima fantasia. Per un ricordo, forse. Una storia di attese e illusioni. Una storia che cresce poco alla volta, insieme ai suoi personaggi, e non si ferma di fronte a un sogno inespresso. Ma va oltre.



Titolo: Storie di Vampiri
Autore: Nancy Kilpatrick
Editore: Newton Compton
Prezzo: 6.90€

Trama
Sangue, passione, morte. Nancy Kilpatrick, la regina dei vampiri, ci invita a entrare nello spaventoso quanto affascinante universo delle creature della notte, specchio di quel lato oscuro della natura umana fatto di smania di possesso, bellezza e longevità. Dai racconti erotici a quelli umoristici, spaziando dal mito alla storia, l’acclamata scrittrice ci offre una galleria di personaggi dal fascino oscuro e inquietante – morti viventi pallidi e trasognati, creature feroci dagli occhi gelidi, splendide fanciulle sanguinarie – lasciando che un brivido ci scorra lungo la schiena. Anche i più esperti scopriranno quante sorprese può ancora riservare la notte e quante forme straordinarie e sfuggenti possono assumere le inquiete creature che la popolano…





Titolo: Mezzanotte di sangue
Autore: Charlaine Harris
Editore: Newton Compton
Prezzo: 6.90€


Trama
La notte è il momento giusto per il delitto perfetto e per l’apparizione delle creature più sinistre… Proprio nel buio della notte sono ambientate le storie di questa antologia del mistero, in cui di certo non possono mancare vampiri, lupi mannari, streghe e fantasmi. Dalle macabre e divertenti storie di vampiri ai veri e propri racconti dell’orrore, danno il loro contributo nomi di consolidati scrittori del brivido, come Mickey Spillane, Parnell Hall, Harley Jane Kozak, Lou Kemp e Max Allan Collins. Visioni premonitrici, bambini stregati, vascelli fantasma, morti misteriose e atmosfere da X-Files si alternano in questa affascinante antologia, incandescente e misteriosa come sa essere soltanto la notte.



Titolo: L'angelo tradito
Autore: Melissa De La Cruz
Editore: Fanucci
Prezzo: 15.00€

Trama
L’eredità di Schuyler si era concluso con la fuga di Schuyler a Firenze insieme al suo amore proibito, Jack. Ora i due devono intraprendere la missione che Schuyler era destinata a completare: trovare e proteggere le restanti cinque porte che sorvegliano la Terra da Lucifero, signore dei Sangue d’Argento. Tornata a New York, Mimi è stata eletta Reggente di una congrega che non aveva più guida. Cercando di riprendersi dalla perdita di Kingsley e dal suo travolgente desiderio di distruggere Jack, deve però canalizzare tutte le sue energie su una nuova minaccia davvero pericolosa. Alcuni vampiri sono stati rapiti e i loro rapitori hanno in programma di bruciarli vivi...
Un Venator è però in arrivo da Shanghai per districare la ragnatela di inganni, prima che i killer colpiscano ancora. Durante questa battaglia all’ultimo respiro per la sopravvivenza della congrega, i giovani vampiri scoprono un segreto mortale, una verità già rivelata dalla madre di Schuyler durante il Rinascimento, ma tenuta sepolta per secoli. L’enclave dei Sangue Blu si indebolisce ogni giorno che passa, e il destino conduce Schuyler a una scelta terribile che la segnerà per sempre.



Titolo: Rivendicata dalle tenebre
Autore: Karen Chance
Editore: Fanucci 
Prezzo: 12,90€

Trama: Un recente lascito ha reso Cassandra Palmer l’erede al titolo di Pizia, la chiaroveggente che con i suoi poteri occulti sta a capo del mondo. È una posizione che di solito viene acquisita con anni di formazione, ma le circostanze in cui si ritrova Cassandra sono quantomeno insolite: ha tra le mani una quantità enorme di potere che ogni vampiro e mago in città vorrebbe monopolizzare o annullare, e che lei stessa non osa usare. Come se non bastasse, Cassandra ha appena scoperto che un capo vampiro davvero arrogante sta esercitando delle pretese su di lei, grazie a un potere dirompente che mette in guardia eventuali altri pretendenti, e che potrebbe anche essere all’origine dell’intensa attrazione che sente scorrere tra di loro. Ma Cassie non ne può più di essere trattata come un oggetto, e chiunque ci proverà, da ora in poi, scoprirà che lei sa essere un nemico davvero temibile...


Titolo: La spia dei maghi
Autore: Trudi Canavan

 Editore: Nord
Prezzo: 19,60€


Trama: Non è stato facile per il giovane Lorkin crescere all’ombra della madre, la maga Sonea, famosa in tutto il regno di Kyralia per aver reintrodotto la potentissima magia nera. E altrettanto difficile è stato confrontarsi con la memoria del padre, morto prima che lui nascesse: Lord Akkarin, l’uomo che, vent’anni prima, era riuscito a sventare l’invasione dei perfidi maghi di Sachaka, dando inizio a un periodo di pace e prosperità. È quindi per dimostrare il proprio valore che Lorkin si offre volontario per una missione pericolosissima: scortare Lord Dannyl, il nuovo ambasciatore, proprio a Sachaka, la cui popolazione nutre ancora un profondo risentimento nei confronti dei kyraliani. Al contrario di Lorkin, che è stato addestrato per diventare un guerriero, Dannyl si trova più a suo agio in una schermaglia dialettica che in un duello di magia. Eppure, durante il viaggio, un gruppo di spie rapisce Lorkin, e Dannyl è quindi costretto a combattere, non solo per salvare la sua giovane scorta, ma anche per sventare una cospirazione volta a scatenare una sanguinosa guerra tra Kyralia e Sachaka…