mercoledì 29 giugno 2011

Recensione: Reckless di Cornelia Funke

Il libro che vi presento oggi è Reckless. Lo specchio dei mondi di Cornelia Funke. Un romanzo molto carino che mi è piaciuto...


Titolo: Reckless. Lo specchio dei mondi
Autore: Cornelia Funke
Editore: Mondadori
Prezzo: 17.00 €
Pagine: 276

C'erano una volta due fratelli... Jacob ama la notte. Ne avverte l'oscurità sulla pelle come un mantello intessuto di libertà e pericolo. E di notte lo specchio, occhio scintillante tra le librerie, lo attira, denso di promesse, dallo studio del padre scomparso. "Torna!" scrive il ragazzo nella polvere dello scrittoio, mentre Will, il fratello minore, dorme con la luce accesa. Però sarà Jacob a varcare la cornice di vetro e a non tornare. Il Mondo Oltre lo Specchio è un luogo terrificante, ma a volte gli fa meno paura di quello reale. Sembra abitato da unicorni, geni dell'acqua o innocui nani, e invece è la Terra dei Goyl, creature di corniola e ametista, guerrieri di un regno spietato. Sembra popolato di magici oggetti, ed è la magia di un amore disumano. Sembra che vi pulsi il cuore di una fata da amare, tradire, e amare ancora, e sono le rosse falene, intrise di veleno, della sua Oscura Sorella. L'infanzia, tuttavia, dura un minuto e pesa come polvere di elfo. Will, ormai adulto, attraversa lo specchio per inseguire suo fratello. I Goyl, però, inseguono lui. Vogliono che diventi uno di loro, vogliono trasformare i suoi ricordi in giada. Quanto tempo ha Jacob per salvarlo?

Recensione

Da dive veniva questo amore? Di cosa era fatto? Di pietra come lui? Di acqua come le?


(Dilemma non so da dove cominciare!!!)

Reckless è un romanzo fantasy con nani, Goyl, fate eccetera. La storia è incentrata sulle avventure dei fratelli Reckless. Jacob, il più grande, è il fratello coraggioso che una notte scopre un segreto che suo padre cercava di mantenere nascosto. Jacob scopre che esiste uno specchio che nasconde dietro di se un mondo tutto diverso e pericoloso. Il mondo oltre lo specchio è un mondo terrificante pieno di pericoli ma a Jacob fa meno paura del mondo reale. Così un giorno passa attraverso lo specchio e si addentra nel mondo misterioso che nasconde, lasciano il fratello Will solo.
Will è il fratello minore e non sa niente del mono oltre lo specchio. C’è da dire che Jacob lo ha scoperto quando era ancora piccolo ma non ne ha mai fatto parola con nessuno.
Un giorno però Will capisce che quel specchio non è come gli altri e scopre il mondo che c’è oltre. Si ritrova spesato in un mondo che non conosce ma per fortuna Jacob sa come aiutarlo (anche se controvoglia) seguito da Volpe e Clara.
Volpe e la ragazza mutante che si trasforma in volpe a suo piacimento. Nella maggior parte del tempo è in veste di volpe perché si sente meno fragile e più protetta. Clara invece è la fidanzata di Will venuta dal mondo “normale”. Inoltre durante la seconda parte del viaggio ci sarà anche un nano di nome Valian.

cover tedesca
Will viene maledetto e la sua pelle si sta trasformando in pietra. Sta, infatti, per diventare un Goyl, uomini con la pelle di pietra, spietati guerrieri sempre pronti a combattere. Ma perché la trasformazione di Will sembra tanto importante? Will sta per diventare il Goyl di giada (guardando la cover tedesca si ha un idea maggiore) ed è legato a un antica profezia. La maledizione è stata laniata dalla Fata Oscura, una fata molto potente e tra l’altro amante del re dei Goyl, Kami’en.  Kami’en potrebbe diventare invincibile e l’unico elemento mancante e il Goyl di giada, o almeno così dice la leggenda.



Jacob vuole salvare il fratello ma non sarà una cosa facile. La Fata Oscura ha lanciato la maledizione e l’unico modo per spezzarla è uccidere la fata. Uccidere la fata è ancora più difficile, o almeno è difficile scoprire come si fa.
Jacob, Will, Clara e Volte partono per trovare la cura per Will entrando sempre più nel mondo misterioso delle Terre dei Goyl.

I personaggi del romanzo mi sono piaciuti ovviamente con i loro alti e bassi. Volpe è quella che mi è piaciuta di più e nonostante la sua forma animale ha mostrato più umanità ed emozione degli altri. Volpe non nasconde la rabbia e nemmeno il disgusto, il piacere, l’amore o la perdita. Soffre se c’è da soffrire e soprattutto a causa di Jacob. Volpe è come un libro aperto e i suoi sentimenti sono facili da capire. Jacob invece nasconde i sentimenti, non importa di che tipo siano. È chiaro come il sole che Volpe ama Jacob ma lui sembra non accorgersene oppure non vuole.
Will è diverso dal fratello. Ama Clara e ha paura quando pensa a quello che gli succede. Diventando Goyl i suoi ricordi si perdono e con loro anche Clara. Lui però non vuole dimenticare e, anche se non lo dice esplicitamente, lo capiamo comunque.
Il nano mi è piaciuto un sacco. È un personaggio particolare e anche se sembra egoista non lo si può di ceto biasimare. Verto, pensa a se stesso e al suo tesoro ma in una situazione come quella del libro anche io avrei fatto la stessa cosa.

Lo stile di Cornelia Funke è fluido e non pesante. L’autrice scrive bene e non si sofferma sulle cose inutili o pesanti. Premetto che non ho letto altri libri della Funke quindi non posso metterli a confronto ma da quello che ho visto, Cornelia se la cava molto bene.
Ogni tanto mi sarebbe piaciuto un qualche discorso più approfondito ma nel complesso funziona tutto piuttosto bene.
La storia regge dall’inizio alla fine e la scelta di raccontare la storia da punti di vista differenti è un idea ottima. Il libro, infatti, è narrato dal punto di vista di vari personaggi in terza persona. Inizialmente vediamo le due parti separate: i fratelli da una e i Goyl dall’altra fino a quando le loro storie si incrociano.
Il  finale molto  aperto, fa capire che un sequel ci sarà sicuramene. Ho guardato un po’ in rete ma non ho trovato niente di interessante quindi per ora si sa poco.

Da uno a cinque il mio voto è 3.5. Romanzo interessante che cattura il lettore e riesce a coinvolgere. Una storia diversa da quelle che si leggono ultimamente.
Consigliato ai amanti del genere fantasy per i quali sarà sicuramente una lettura piacevole. C’è da dire che il romanzo può essere letto da chiunque ma, secondo me, è adatto ai giovani lettori tra 12 e 15 anni.



Ieri e domani sono indissolubilmente legati, senza un prima e un dopo…

Booktrailer

L’autrice

Cornelia Funke è nata nel 1958 nella città tedesca di Dorsten. Da bambina voleva diventare astronauta oppure pilota, successivamente però ha deciso di studiare pedagogia all'Università di Amburgo.  Dopo aver finito gli studi, ha lavorato per tre anni con bambini socialmente svantaggiati. Per un periodo illustrò libri, ma iniziò ben presto a scrivere le sue storie. Tra la fine degli anni ‘80 e gli anni ‘90 si impose in Germania con due serie per bambini, intitolate Gespensterjäger e Wilde Hühner. Ottenne grande successo con i libri Il cavaliere dei draghi (1996), ed Il Re dei Ladri (2000, tradotto in italiano nel 2004). Il romanzo che l'ha lanciata è stato però Cuore d'inchiostro, che ha vinto il premio BookSense Book of the Year Children's Literature nel 2003. Cuore d'inchiostro è la prima parte di una trilogia che continua con Veleno d'inchiostro(2005), anche questo vincitore dei premio BookSense Book of the Year Children's Literature. I suoi libri hanno ottenuto un tale successo che nel 2005 il Time l'ha inserita nella classifica dei "100 artisti più influenti del mondo", definendola “la J. K. Rowling tedesca”. Nel 2010 pubblica il suo ultimo libro Reckless.

2 commenti:

  1. @Nekrosix92: in teoria si però al momento non si hanno notizie certe. Se ci saranno le leggerete sicuramente sul blog, anche io sono curiosa e vorrei il sequel :))

    RispondiElimina