domenica 6 marzo 2011

Recensione: Wings di Aprilynne Pike

La recensione di Wing di Aprilynne Pike. Un romanzo che ho amato e odiato. Una storia interessante con tre personaggi molti diversi tra di loro. Fate in una nuova veste particolare. 

Titolo: Wings
Autore: Aprilynne Pike
Pagine: 311
Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo: € 18,90/6,50 (versione tascabile)
Voto: 3.5/5

Trama: Laurel ha quindici anni e si è appena trasferita con i genitori in una nuova città. Scuola nuova, nuovi amici... Una prova difficile, per lei che è così timida. Laurel non ne è ancora cosciente, ma è davvero bella: carnagione chiarissima, capelli biondi, grandi occhi verdi. Piccolina, esile, mangia solo frutta e verdura, ama molto la natura e al pranzo in mensa preferisce i picnic sull'erba e le passeggiate nei boschi. È proprio la sua diversità rispetto alle altre studentesse del liceo ad attirare subito l'attenzione di David, bello, dolce e sensibile che l'aiuta a socializzare nel nuovo ambiente. È evidente a tutti che ha un debole per Laurel, anche se lei sembra considerarlo solo un amico. Finché a Laurel non succede qualcosa di inspiegabile che la terrorizza e David, per confortarla, la bacia... Per svelare il mistero di ciò che le sta accadendo, Laurei sente di dover tornare nella sua vecchia casa, nella cittadina dove ha vissuto per dodici anni. Là, immersa nella quiete del bosco che sempre la rassicurava, fa uno strano incontro: da dietro un albero sbuca un bellissimo ragazzo i cui magnetici occhi color smeraldo esercitano su di lei una sorta di malia tanto irresistibile quanto enigmatica. Tamani, così si presenta, sembra conoscerla da sempre, sa di lei cose che Laurel stessa ignora, e le rivela una verità sconvolgente. Da quel momento Laurel si troverà sospesa tra due mondi e divisa tra due ragazzi ugualmente affascinanti che la attraggono in direzioni opposte. A chi 
consegnerà il suo cuore?

Lauren fissava incantata quelle cose trasparenti che le spuntavano dalla schiena. Erano terribilmente belle, troppo belle per poterle descrivere a parole. Si giro' di nuovo verso lo specchio, gli occhi incollati a quei petali leggeri che fluttuavano dietro la sua testa. Sembravano quasi...ali.

Recensione: Wigns è una storia particolare e interessante. Il tema principale sono le fate; fate molto particolari.
Laurel è una ragazza normale, si fa per dire, che si trasferisce con i genitori in California. Perché ho scritto normale si fa per dire? Laurel mangia solo cose che hanno colore verde, praticamente le uniche cose che mangia solo la frutta e la verdura. Uno direbbe, ma come fa a vivere, non si ammala mai? Eh no, Laurel non si è mai ammalata in tutta la sua vita, ha una pelle liscia e perfetta (il che è abbastanza insolito per un'adolescente), nessuna imperfezione sul viso. Tutte queste cose hanno una spiegazione logica (alla quale io non ci sarei mai arrivata). A spiegare le cose a Laurel sarà Tamani.

A scuola Laurel conosce alcune persone tra le quali David. David è un ragazzo molto carino, intelligente e poco a poco diventa l'amico di Laurel. I due inizialmente sono buoni amici ma presto quell'amicizia si trasforma in qualcosa di più.
Ma che storia sarebbe stata senza il terzo incomodo. Laurel comincia a capire che lei non è come altre persone, qualcosa non va in lei, è diversa. Lei è stata adottata e lo sa ma per capire questa dua “diversità” deve tornare alle proprie origini. Laurel si reca nella vecchia città e spera di trovare qualche risposta nella sua vecchia casa. Dietro la casa c'è un grande bosco e Laurel si incammina verso quel posto sconosciuto dove incontrerà un ragazzo, che sembra aspettarla da tempo. Il ragazzo si chiama Tamani e Laurel è certa di averlo già visto da qualche parte.
Tamani, ovviamente, è un ragazzo molto belli e misterioso. Ha un fascino irresistibile e non parliamo degli bellissimi occhi verdi.
Tamani spiega a Laurel chi è veramente, perché è stata adottata e quale è il suo compito. L'attrazione fisica è inevitabile.
Laure ha un compito da svolgere e Tamani è disposto ad aiutarla. David, che è pazzo di Laurel, ci si mette di mezzo e, oltre ai continui scontri tra i due ragazzi, ci sono alcuni ostacoli da superare.

Per non farla troppo lunga spiego perché il voto 3.5. La storia è molto bella, si certo abbiamo il solito triangolo ma è comunque bella. Lo stile narrativo è molto fluido e si legge veloce, io ho finito il libro in 3 giorni.
Questa versione delle fate è molti carina anche originale direi. Quello che non mi è piaciuto molto sono certi atteggiamenti dei personaggi. A volte i personaggi sembrano adulti altre volte adolescenti e addirittura bambini. Quello che voglio dire è che a volte i personaggi cambiano personalità con troppa facilità.
Laurel a volte mi piaceva a volte, invece, l'avrei strozzata volentieri. David così così, a volte era troppo noioso per i miei gusti. Il personaggio che non ho inquadrato bene è Tamani. Ci sono cose che sono nascoste in ombra, bisogna tirarle fuori. Io comunque sono TEAM TAMANI!!!
Verso la seconda metà del libro troviamo un po' di azione, inserita abbastanza bene. Come detto prima, David e Tamani non si sopportano, le battutine e frecciatine sono all'ordine di giorno. Fa troppo Twilight, purtroppo. Leggendo mi sembrava di avere davanti Edward e Jake. Mi bastano e avanzano i due della Meyer.

In sostanza consiglio il libro, non aspettatevi il capolavoro del secolo ma nonostante tutto Wings è un libro 
bello e una lettura piacevole. Attendo con ansia il secondo e spero che migliori un po'...

Autore: Aprilynne Pike è una scrittrice statunitense. È diventata famosa in tutto il mondo grazie al romanzo WingsIl romanzo d'esordio di Aprilynne Pike, Wings, uscito a maggio 2009, è presto diventato un best-seller, primo in classifica negli Stati Uniti, e ha ricevuto la benedizione di Stephanie Meyer, autrice della serie Twilight. In Italia il lancio di Wings è avvenuto a marzo 2010, con il gruppo musicale fantasy delle Yavanna che ha preso parte alla presentazione del libro. Inoltre, la Disney sta pensando di realizzare nel 2011 un film su Wings con Miley Cyrus nel ruolo di Laurel.
Aprilynne Pike vive in Arizona con il marito Kenneth e i loro tre figli.
Posso lamentarmi di due cose? La prima, perché Miley Cyrus? Con tutte le attrici del mondo dovevano scegliere proprio lei?! Che tristezza.
La seconda, era necessario cambiare la copertina di Spells??? Quella originale era bellissima! Mah

Nessun commento:

Posta un commento