giovedì 17 marzo 2011

Recensione: Il risveglio di J.R.Ward

"Era tutta una questione di chimica.... pura e semplice chimica animale."

Bene amici, la recensione di oggi riguarda un libro che ho divorato e che mi è piaciuto molto. Si tratta de “Il Risveglio” di J.R.Ward. Pubblicato dalla Rizzoli nel 2010 (o meglio ripubblicato perché il libro era stato pubblicato nel 2008 da Euroclub con il titolo Dark Lover – Un amore proibito).

Autore: J.R.Ward
Titolo: Il risveglio
Editore: Rizzoli
Prezzo: 16,00€ (ed.economica 8,00€)
Pagine: 443
Voto: 4.5/5

Trama: Beth Randall è una giovane cronista di nera in un giornale di provincia, a Caldwell NY. Abituata ad aggirarsi tra colleghi giornalisti, poliziotti e delinquenti che non le staccano gli occhi di dosso, ha imparato a tenerli a bada. Quando uno sconosciuto entra nel suo appartamento forzando con naturalezza la porta, Beth dovrebbe urlare e tentare la fuga. Invece è travolta e si abbandona a un desiderio che non ha mai provato prima. Il terrore viene dopo, quando Wrath le parla di Darius, il padre che Beth non ha mai conosciuto, e che gli ha affidato il compito di assisterla e proteggerla. Perché Darius e Wrath appartengono a una stirpe di vampiri da secoli in lotta per la sopravvivenza. E Beth sta per entrare in un mondo nero come la notte e rosso di sangue, sta per andare incontro alla trasformazione di tutto il suo essere.

Dove può portare l'amore?

Recensione:
Una parola per descrivere questo romanzo: M-E-R-A-V-I-G-L-I-O-S-O!
J.R.Ward ha creato personaggi indimenticabili, una storia affascinanti. Un universo bellissimo.
Dovete assolutamente leggerlo.
Il primo volume della serie La confraternita del pugnale nero vi lascerà senza fiato...

I protagonisti principali del libro sono Beth e Wrath. Beth è una cronista molto brava nel suo lavoro, corteggiata da moli uomini ma non ha mai ceduto ai loro corteggiamenti. Wrath, invece, è un vampiro, chiamato anche Il Re cieco, molto potente al vertice di una confraternita: La Confraternita del Pugnale Nero.
Lo spazio maggiore viene dato a Beth e Wrath, ma conosciamo anche il resto della confraternita e personaggi secondari piuttosto bene.
Cos'è la Confraternita del pugnale nero? La confraternita è un gruppo di vampiri guerrieri molto forti e potenti. Fra di loro si chiamano fratelli anche se non lo sono effettivamente per legami di sangue.
La confraternita lotta contro il male. Il male sono i Lesser appartenenti alla Lessening Society. I lesser sono uomini che hanno venduto la propria anima all'Omega.
Cosa ha a che fare Beth con la confraternita? La bellissima protagonista è una mezzosangue, il suo padre era un vampiro e la madre un'umana. Il padre si chiamava Darius ed era uno appartenente alla confraternita. Darius muore assassinato e la confraternita è determinata a trovare il colpevole.
Beth essendo una mezzosangue all'età di 25 anni deve affrontare la trasformazione. Per sopravvivere alla trasformazione ha bisogno del sangue di un vampiro molto potente. Darius, prima di morire, aveva chiesto aiuto a Wrath, il quale aveva rifiutato la richiesta. Quando Darius muore, Wrath sente di dover fare qualcosa, sente il bisogno di aiutare Beth. Sente di doverlo al fratello morto. Ed ecco che Wrath decide di andare da Beth ma il loro incontro, molto particolare, darà via a una serie di avvenimenti.

I vampiri di J.R.Ward non si nutrono del sangue degli umani ma bensì del sangue dei componenti della loro specie (di sesso opposto). Sono guerrieri, sexy, attraenti, forti, generalmente vestiti di pelle e armati fino ai denti.
Al vertice della confraternita abbiamo Wrath, nonché il personaggio principale, combattente formidabile con qualche problema alla vista. Wrath infatti non vede bene, riesce a vedere solo le ombre. La vista debole è una cosa che ci è portato dietro dalla vita da umano. Wrath era nato con la vista molto debole che con la trasformazione si è indebolita maggiormente. Alto un metro e novantotto di puro terrore vestito di pelle. Capelli lunghi neri gli ricadono sulle spalle, quelle spalle larghe il doppio di quelle della maggior parte dei vampiri maschi. Porta sempre gli occhiali scuri che nascondo gli occhi che nessuno ha mai visto.



Tra Wrath e Beth c'è sin da subito un'attrazione fatale (guarda un po' che succede la seconda -prima per Beth- vota che si incontrano).
Il libro è per adulti e presenta alcune scene erotiche molto dettagliate, descritte quasi in minimi particolari. Anche se credo che l'autrice abbia inserito molto bene quelle scene nel contesto. Quindi non aspettatevi niente di sdolcinato e cose varie perché non lo troverete.

I personaggi mi sono piaciuti, chi più chi meno ovviamente. Beth è un personaggio forte e ho ammirato la sua forza. Wrath in dati momenti era un tesoro in altri meno. Come tutti i confratelli è orgoglioso e testardo. Si di lui si cambia idea dopo che si conosce la sia storia e il suo passato, diciamo che si comprende, per quanto possibile, il suo comportamento.
Mi sono piaciuto molto i fratelli, soprattutto Tohrment e Rhage. Tohrment è quello che sembra più normale e civile del gruppo. Rhage, chiamato Hollywood per la sua bellezza, all'inizio era un po' antipatico, sembrava che se la tirasse troppo. Poi verso la seconda metà del libro succede qualcosa che mi ha fatto cambiare idea. Vishous, il genio dell'informatica, mi è sembrato un personaggio interessante, c'è da dire che non lo vediamo molto quindi bisogna vedere dopo. Zsadist, chiamato semplicemente Z, è quello che mi ha dato più fastidio. All'inizio non lo digerivo proprio poi verso la fine ho creduto di volerlo strangolare, anche se alla fine ho cambiato idea. Nel primo libro non è dimostra di essere un bel personaggio, anzi. Poi nei seguenti vedremo. Phury, il gemello di Z, è uno dei fratelli che vediamo meno. Sin da subito si nota la sua diversità rispetto al gemello. Sembrano l'esatto opposto.

Fritz è il maggiordomo (o doggen come lo chiamano loro). Fritz è uomo vecchio che lavorava per Darius. Alla morte di Darius i fratelli stanno per un po' di tempo nella sua casa. Frtz è contentissimo; è felice quando i fratelli sono tutti insieme e si occupa di loro come se fossero bambini. Fa da mangiare e non azzardatevi a sparecchiare perché si arrabbia veramente.
Abbiamo poi Butch, il poliziotto amico di Beth. Non so ma non mi è piaciuto molto. Non mi ha dimostrato molto, spero di cambiare idea inseguito perché il quarto libro parla proprio di lui.

Non dimentichiamoci di Wellsie, la shellan di Tohrment. Shellan è un modo per dire moglie o compagna. L'ho trovata fantastica. Inoltre lei e Tohrment sono bellissimi insieme.

Abbiamo anche i cattivi. Ed ecco che comincia ad odiare la Ward. Mr. X è uno dei cattivi appartenente alla Lessening Society. Le parti dove parlava di lui le ho odiate, noiose e piatte. Per fortuna sono poche.

In complesso io vi consiglio veramente do leggere “Il risveglio” (c'è anche la versione economica del libro a 8€). Lo stile della Ward è coinvolgente e non pesante. Anche se si parla di vampiri non troviamo quelle storielle sdolcinate tra un vampiro e un'umana. Si legge in fretta e non annoia (fatta eccezione per le parti di Mr.X).
Io mi sento di consigliarvelo poi sta a voi la scelta :)

Booktrailer

AutoreJ.R. Ward è autrice di romanzi d'amore di genere erotico-paranormale. Il suo vero nome è Jessica Bird (nome con cui l’autrice firma romance contemporanei) e vive nel sud degli Stati Uniti, insieme al marito ed alla sua amata Golden Retriever.
Dopo la laurea ha iniziato a lavorare a Boston nel settore sanitario e ha passato molti anni a capo di uno dei principali centri medici accademici nel Paese.
La scrittura è sempre stata la sua passione e la sua idea di paradiso è un giorno intero con la sola compagnia del suo computer, del suo cane e di una buona tazza di caffè.


3 commenti:

  1. me lo sono fatta regalare per il compleanno :) ho letto solo alcuni passaggi di sfuggita, so già che quando arriverà il momento lo leggerò in poche ore *_* credo che a breve comprerò già il secondo libro eheh :)

    Fra

    RispondiElimina
  2. Io volevo leggerlo da tempo poi l'ho consigliato a un'amica (consigliato senza averlo letto heheheh) e lei l'ha comprato. cosi me lo sono fatta prestare :)

    RispondiElimina
  3. Mi aveva chiesto my zia se lo volevo regalato ed io li avevo risposto che nn mi piaceva: grande errore!!

    RispondiElimina