venerdì 11 febbraio 2011

Strangers #5

Ciao a tutti, oggi vi propongo un libro diverso dai soliti, un libro che spero qualche casa editrice pubblichi anche in Italia prima o poi.
A scuola stiamo facendo alcune ricerche e leggendo il giornale mi sono imbattuta in un articolo di Carolin Philipps. Carolin Philipps è una scrittrice tedesca, famosa per il suo libro Weiße Blüten im Gelben Fluss (Fiori bianchi nel fiume giallo, letteralmente).

La trama: Lea, una sedicenne di origini cinese, è stata adottata da una coppia tedesca. A scuola Lea fa ricerche, per il giornale della scuola, riguardanti gli omicidi dei neonati da parte dei genitori in Cina. La ragione di questi terribili gesti è data dal cosiddetta “Politica del figlio unico”. La rabbia, la disperazione e la curiosità spingeranno Lea in Cina, alla ricerca della madre biologica. Con orrore e il dolore capirà perché la madre l'ha abbandonata in quel momento e cercherà di fare il primo passo verso di lei...


Per chiarire un po' le idee. In Cina esiste la “Politica del figlio unico”, il che significa che una famiglia più avere solo un figlio. Leggendo l'articolo ho scoperto che, sempre in Cina, una donna per sposarsi deve avere almeno 23 anni, mentre un uomo minimo 25. Inoltre se una coppia vuole avere un figlio deve fare una richiesta allo stato...
Oltre a questo spesso in Cina le bambine vengono vendute o addirittura uccise. Le donne vengono picchiate dai mariti se mettono al mondo una figlia.
La Cina è il paese con la popolazione più numerosa del mondo e negli ultimi decenni; però, la percentuale di maschi è in notevole maggioranza rispetto alla percentuale femminile....   

Nessun commento:

Posta un commento