venerdì 25 febbraio 2011

Speciale Melissa Marr

Come saprete io sono una grande fan di Melissa Marr. Ho amato il primo, e soprattutto il secondo, libro di questa meravigliosa saga. Il terzo mi aveva deluso un po' ma pazienza.
Oggi, in quanto il giorno dell'uscita del quarto ovvero Radiant Shadows, ho deciso di fare questo speciale per farvi conoscere meglio i personaggi della storia.

AutriceMelissa Marr, nata nel 1972, vive con il marito e i due figli vicino la città di Washington DC. Prima di dedicarsi completamente alla scrittura ha insegnato gender studies e ha tenuto corsi sul folklore e sulla tradizione del Piccolo Popolo. Dopo il suo romanzo d'esordio Wicked Lovely, Fazi Editore ha pubblicato Ink Exchange Fragile Eternity (2009).

Aislinn: il nome della protagonista viene dal gaelico Ash-ling o Ais.linge, significa sogno o visione; anche il suo soprannome, Ash, è collegato alla mitologia celtica, poiché il frassino di montagna, ovvero mauntain ash (o rowan) era sacro ai celti in quanto capace di proteggere dai spiriti maligni.
Possiede la seconda vista, ovvero la capacità di vedere le fare ereditata dalla madre e dalla nonna, da quando è nata e con l'aiuto della nonna Elena ha imparato a proteggersi dagli esseri fatati. Le tre regole fondamentali della nonna erano:
#3. non guardare gli esseri fatati
#2. non parlare mai con gli esseri fatati
#1 non attirare mai la loro attenzione (era la regola più importante)
Sua madre, Moira, fu scelta da Keenan (re dell'Estate) come possibile regina d'Estate, ma Keenan la lascio quando scoprì che era incinta. Moira piuttosto di diventare la Ragazza d'estate preferì morire. Aislinn non ha mai conosciuto nemmeno il padre, morto molto giovane. Melissa Marr conferma che il padre di Ash era un mortale e non un essere fatato.
Aislinn frequenta la scuola cattolica, la Bishop OC, e le sue migliori amiche sono Rianne, Carla e Leslie, quest'ultima è la protagonista del secondo libro.
Si sente “diversa” e fa fatica a fidarsi della gente, intatti sceglie con cura gli amici. Lealtà, affidabilità, onestà e la capacità di comprendere ciò che e giusto e ciò che e sbagliato, sono i fattori migliori per descriverla e sono anche le cose che lei stessa cerca nelle persone che la circondano.
Ama l'inglese, yogurt, tè, giocare a biliardo, l'arte e la fotografia.

Keenan: Il nome deriva da Keen an ovvero “antico”
“Era un sorriso di una bellezza devastante. I capelli che gli sfioravano le spalle scintillavano come fili di rame. Abbronzato, troppo bello per essere vero. Come camminava si capiva che sapeva benissimo quanto era affascinante. Sembrava il padrone del mondo (…) era di statura media, più alto di lei [Aslinn] di una ventina di centimetri.”
Ha gli occhi di un verde quasi innaturale.
Nonostante sia maledetto, o forse proprio per questo, è molto concentrato a mantenere un atteggiamento esteriormente ottimista. Keenan è una persona solare, anche se quando si verifica qualcosa di triste e da farlo arrabbiare, si porta dietro queste emozioni.
Per molto versi Keenan è un romantico. La ricerca della Regina d'estate e diventata per lui la ricerca del vero amore, una parte mancante di lui, quella parte in grado di aiutarlo a sconfiggere la Regina d'Inverno, Beira. Nel corso dei secoli, Keenan è arrivato a credere che la Regina d'Estate non solo sarebbe stata la parte mancante per completare la magia (infatti per sconfiggere la regina d'Inverno, Keenan ha bisogno della sia regina), ma sarebbe diventate “la vera” regina in tutti i sensi: sua moglie, consorte, alleata e partner.
Anche se sembra attratto molto da tutte le ragazze che sceglie, il legame con Donia e molto forte. Keenan prova forti sentimenti per Donia anche se fa fatica ad ammetterlo, soprattutto perché lei non era stata la prescelta per diventare la regina d'Estate.
Nove secoli fa, la regina d'Inverno (nonché la madre di Keenan), uccise il re dell'Estate. Dopo la nascita di Kennan, Beira e Irial (il re della corte del buio) fecero un incantesimo. Il compito di Keenan è quello di trovare la regina d'Estate e solo dopo averla trovata sarà in grado di risvegliare l'estate ne mondo fatato.

Seth: Il suo nome significa prescelto e ha origini bibliche: Seth era il terzo figlio di Adamo ed Eva (Gen 4,25). Un'etimologia alternativa è quella che fa risalire il nome al greco “bagliore”.
Seth ha capelli neri che “cadono sul suo volto quando si sposta” e zigomi alti e pronunciati. Favorisce i piercing e tatuaggi, ha piercing al sopracciglio e uno sul labbro inferiore. E' più alto di Aislinn. E' magro con i muscoli ben definiti.
Seth è una persona estremamente calma, infatti Aislinn lo definisce come la personificazione della calma stessa.
Anche se ha avuto un grande numero di ragazze, Seth non si definisce un rubacuori. E' una persona molto aperta e spesso sfida le regole.
Ama l'arte e ha in programma di frequentare una scuola d'arte, un giorno; la lettura e la ricerca.
Fu lasciato dai genitori dopo il diploma della scuola superiore. I genitori si dedicarono al lavoro missionario lasciando a Seth tutto quello che avevano.

Donia: il nome della Ragazza dell'Inverno viene dal gaelico Don ya, ovvero amara o scura.
Ha lunghi capelli bianchi. Le sue labbra sono blu-ghiaccio a causa del gelo di Beira. Gli occhi, invece, luccicano a macchia d'olio, sembrano strani riflessi si colore in una pozzanghera nera.
E la ragazza dell'Inverno. Molti anni fa si innamorò di Keenan e lui credette che Donia potesse essere la prescelta per diventare la regina d'Inverno. Per verificare se una ragazza e o no la prescelta è necessario che prenda lo scettro di Beira. Donia sapeva il rischio che correva se non fosse stata la prescelta: il gelo d'inverno l'avrebbe avvolta per sempre. Nonostante tutto accetto di prendere lo scettro di Beira, ma non essendo la prescelta, diventò la Ragazza d'Inverno.
L'unica cosa che non cambiò da quel momento fu l'amore che provava per Keenan.
Il dolore emotico di perdere Keenan, il dolore fisico portato dal freddo e il profondo senso di tradimento da parte dell'intero popolo fatato, fa si che decida di vivere da sola isolata da tutto. Infatti vive in un cottage sul bordo di Huntsdale (la città dove è ambientata la storia) con Sasha, il suo lupo come animale domestico.

Berira: il nome si rifà almito della Cailleach Bheur, personificazione celtica dell'inverno.
I suoi occhi sono pieni di neve e le sue labbra brillano con il gelo. Il freddo la circonda e lei, a differenza di Donia, è in grado di controllarlo a suo piacimento. Melissa Marr la descrive come una persona bella e un po' pazza.
Il suo dolce atteggiamento “materno” inganna tutto. Beira in realtà è brutale e viziosa. Lei sembra godere nel vedere distruggere le cose. Fa deliberatamente male anche alle persone più vicine a se.
Non vuole che Keenan trovi la Regina d'Estate perché il suo regno andrebbe a pezzi.

Leslie: il suo nome significa gioia.
Ha una frangia lunga che le ricade sugli occhi. I capelli sono color legno marrone non abbastanza lunghi per essere legati.
E' di altezza media e ha una figura bella e accurata. Lavora come cameriera al Verlene.
Vive con il padre, ubriaco per la maggior parte di tempo, e il fratello Ron.
Il padre e il fratello escono si scena verso la seconda metà di Ink Exchange; Melissa mon ci dice che fine fanno ma c'è lo fa intuire. I due non vengono più nominati dopo “l'intervento” di Irial



Niall: dal gaelico Nyle-ale o Neil ovvero campione oppure appassionato o veemente
E' il membro della corte d'Estate ed è uno dei più stretti consiglieri di Keenan (questo nel primo libro, nel secondo le cose cambiano molto).
Ha capelli color marrone e una lunga cicatrice sulla guancia.
“Aveva un viso bello come quello di Keenan ma in modo diverso, più intenso. Una lunga cicatrice che gli attraversava una guancia dalla tempia a un angolo della boca, ma lui non la nascondeva, né permetteva ai propri capelli, cortissimi, di sottrarre nulla alla bellezza di quella linea frastagliata. E il suo corpo... uno schianto. (…) si muoveva come se praticasse un'antichissima arte marziale ormai dimenticata.. (…) era sensuale con un'aria di dolcezza che Keenan non possedeva affatto.”
A Niall viene dato l'incarico di sorvegliare Leslie e fare in modo che non le succedesse niente. Niall, però, deve rimanere fuori dalla vita di Leslie; lei non deve accorgersi di niente e soprattutto non deve esserci nessun legame tra i due. Niall non segue le regole, infatti in una parte dice a Leslie che lui non è uno che segue le regole.

Irial: il nome deriva dal gaelico Ear ee al, ha origini e significato oscuri.
Irial è il re della Corte Oscura o la Corte del Buio.
Viene descritto come un personaggio molto bello, capelli tagliati corti, occhi blu-neri e lineamenti perfetti.
Molti anni fa si alleo con Beira e con la sua corte. Compare nel primo libro anche se per poco e diventa il personaggio principale del secondo romanzo.
Niall, Irial e Leslie costituiscono il triangolo amoroso e Ink Exchange ruota intorno alle loro vite e i loro intrighi.

Lasair: La regina dell'alta corte, il suo nome significa fiammante, radiosa.
Viene nominata nel corso del primo e il secondo libro ma la vediamo effettivamente in Fragile Eternity.
L'Alta Corte è qualcosa di “estremo”, Keenan, infatti, dice che i membri dell'Alta Corte non vivono tra i mortali.
Lasair è tra i personaggi principali del terzo libro. Seth raggiunge l'Alta Corte perché vuole diventare un essere fatato.
Verso Seth Lasair ha un atteggiamento quasi materno.
E' la sorella di Devlin e Bannanah.

Leslie si fa un tatuaggio, Melissa Marr aveva in mente un tatuaggio particolare ed eccolo: 

Vi ricordo che Melissa Marr sarà in Italia il 28 marzo dalle 18:00 nella libreria Feltrinelli, Piazza Ravegnana, 1 a Bologna!!!! 


La saga al completo, compreso Darkest Mercy (inedito in Italia) e i tre racconti collegati alla saga (anche essi inediti in Italia)






2 commenti:

  1. Finalmente è uscito!!!!Spero solo visto che dopo radiant shadows c'è l'ultimo libro darkes mercy non lo facciano uscire tra un anno...

    RispondiElimina
  2. Wow.... bellissimo... dopo aver letto il prima tocca al secondo adesso... spero k sia altrettanto bello...!!! bacio _Summer_

    RispondiElimina